Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie per i soci > Da giugno scatta l’obbligo delle nuove targhe per i ciclomotori

Da giugno scatta l’obbligo delle nuove targhe per i ciclomotori

06.07.2011

Con la legge 120 del 29 luglio 2010 è stato esteso l’obbligo di essere muniti del certificato di circolazione e della nuova targa per i ciclomotori a tutti questi tipi di veicoli, e, dal febbraio scorso, sono state pubblicate le scadenze entro le quali è necessario mettersi in regola. “Entro il I giugno 2011” spiega il Direttore dell’Automobile Club Massa Carrara, Dott. Enrico Cerretti, “si sono dovuti regolarizzare i proprietari di cinquantini o microcar muniti di targa con sequenza numerica che inizia per 0, 1 e 2. Coloro i cui ciclomotori hanno la targa che comincia per 3, 4 e 5 hanno tempo fino al 31 agosto 2011. La legge fissa poi il termine del 30 ottobre per chi possiede un ciclomotore munito di targa la cui sequenza numerica inizia per 6, 7 e 8, mentre il 29 dicembre 2011 è l’ultimo giorno disponibile per convertire le targhe in cui la sequenza numerica inizia per 9 o la sequenza alfanumerica con A.” Ma scatteranno subito le multe? “No,” spiega ancora il Direttore “il calendario indicato ha carattere soltanto ordinatorio, per cui i ritardatari potranno chiedere i documenti anche dopo i termini fissati: è sufficiente che lo facciano prima che scatti l’obbligo di circolazione con targa nuova, che la riforma fissa per il 14 febbraio 2012. Chiunque venga colto su strada con il targhino dovrà, dopo questo termine, pagare una multa da 389 a 1559 euro.”

Il vecchio targhino dovrà essere restituito contestualmente alla ritargatura. “Maggiori informazioni su questa pratica” conclude il Direttore “potranno essere richieste anche presso tutte le Delegazioni ACI, che sono anche in grado di seguire gli utenti in ogni fase e rilasciare la nuova targa e tutti i documenti necessari alla circolazione”.