Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie per i soci > Via ai rimborsi per le auto distrutte dall’alluvione

Via ai rimborsi per le auto distrutte dall’alluvione

27.02.2012

Pubblicata l’ordinanza sulle procedure contributive per i privati che hanno avuto veicoli danneggiati dall’alluvione, adesso è tempo di consegnare la documentazione necessara. Senza perdere tempo, la scadenza del termine è fissata per il 18 marzo. Al momento sono poco più di una decina i cittadini che hanno provveduto alla consegna di tutti i documenti all’ufficio preposto, al primo piano del Municipio di Aulla.

La procedura prevede non un comune risarcimento dei danni, ma l’erogazione di un contributo la cui percentuale potrà variare dal 75% al 60% per il ritorno alle normali condizioni di vita della popolazione. I residenti in altri comuni che hanno perso l’auto ad Aulla dovranno rivolgersi al proprio comune, mentre quelli fuori dalla Lunigiana possono liberamente andare ad Aulla.

Possono richiedere il contributo i privati, per i veicoli danneggiati o distrutti, di valore pari o superiore a 500 euro. Il contribito non può comunque superare i 30.000 euro. Diversi i documenti che dovranno essere consegnati. Alla domanda compilata bisognerà infatti allegare la fotocopia di un documento di riconoscimento, eventuale quietanza liberatoria del risarcimento assicurativo se già percepito, fatture di acquisto dell’auto. Se invece il veicolo è stato acquistato da un privato, servirà il certificato di proprietà attestante il passaggio di intestazione ed il prezzo pattuito per la compravendita più dichiarazione del venditore indicante la somma ricevuta e la modalità di pagamento utilizzata. Non solo. Tutti dovranno consegnare il certificato di rottamazione per i veicoli distrutti, la dichiarazione attestante le coordinate bancarie dove ricevere il contributo della Regione Toscana. Sarà il commissario delegato, terminata l’istruttoria, ad ammettere i beneficiari ed a liquidare loro il contributo dovuto.

Da La Nazione del 27/02/2012